Come fare trekking

di Salvatore Neglia difficoltà: media

Come fare trekking Il trekking consiste nel camminare, anche per lunghi percorsi, in mezzo alla natura. Durante un'uscita di trekking si possono seguire sentieri noti, già battuti da altri escursionisti e mappati, o pianificarsi da sé l'itinerario. Fattore che accomuna ogni escursionista è la voglia di riscoprire la natura, allontanandosi dal caos della città, mettendo alla prova se stesso. Non esiste una risposta univoca che possa dire come fare trekking in tutte le situazioni. Infatti sia la preparazione fisica che quella psichica, nonché l'attrezzatura necessaria, variano da percorso in percorso e da persona in persona. Esistono però delle regole e indicazioni di base che accomunano tutte le tipologie di trekking.

1 Per prima cosa occorre avere una discreta preparazione fisica. Non serve essere dei maratoneti, basta avere un fisico discretamente atletico ed abituato a fare lunghe camminate. L'allenamento per il trekking può comprendere corsa o bicicletta, ma anche della attività in palestra. L'importante è che l'attività aerobica sia preponderante. Ricordatevi sempre che è necessario un fisico atletico non ingolfato da eccessiva massa muscolare (che farebbe consumare solo energie) come vediamo nei culturisti. Risulta evidente che l'essere in sovrappeso non si concilia perfettamente con tale tipo di attività fisica, ma non è escluso che la si possa praticare anche con qualche chilo in più. Anzi, praticando spesso trekking si può dimagrire abbastanza velocemente.

2 Altro aspetto fondamentale è la preparazione psichica ed il livello di conoscenza di determinate tematiche strettamente connesse alle attività in outdoor. Per quanto riguarda la preparazione psichica, bisogna tener presente che il trekking spesso prevede itinerari lunghi e molto impervi. Un trekking discretamente spinto può prevedere svariate decine di chilometri con lunghi tratti in salita e terreni molto accidentati. Avere nervi saldi e saper ben pianificare e valutare ogni passo, è tanto importante quanto la preparazione fisica. Altro aspetto fondamentale sono le conoscenze in nostro possesso. Per fare trekking bisogna studiare seriamente ed acquisire nozioni di orientamento, primo soccorso e tecniche si sopravvivenza.

Continua la lettura

3 Per quanto riguarda l'attrezzatura necessaria per fare trekking, questa è strettamente legata al tipo di trekking che si vuole fare (uno o più giorni, in sentieri o in off-road, ecc...), dove lo si vuole fare e quando.  Il vestiario di base deve comprendere delle buone scarpe da trekking: su queste consiglio vivamente di non risparmiare e di farvi consigliare bene.  Approfondimento Come preparare lo zaino per il trekking (clicca qui) Altrettanto fondamentali risultano essere le calze.  Per quanto riguarda i pantaloni, questi devono essere sempre lunghi, anche in estate, al fine di evitare di farvi male nella boscaglia.  La pesantezza dei pantaloni dipende da dove e quando fate trekking: esistono tantissimi modelli tecnici adatti ad ogni temperatura.  Il vestiario superiore in estate deve essere costituito da una camicia o maglietta leggera, traspirante e a maniche lunghe; in inverno vanno bene un buon pile ed una giacca a vento.  Lo zaino deve essere tarato in base alla durata dell'escursione ed al materiale che vi portate dietro.  Uno zaino troppo grande farebbe muovere troppo il materiale al suo interno, facendovi male alla schiena.  Utili accessori per fare trekking sono il GPS, una bussola (se il GPS si dovesse scaricare o rompere), dei bastoncini da trekking (per aiutarvi nei tragitti), un buon coltellino ed un kit medico.. 

Come scegliere uno sport estremo I migliori percorsi di trekking in Italia Come affrontare una passeggiata in montagna Come allenarsi per affrontare una via ferrata

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili