Come pescare le seppie

di Massimo Gualtieri tramite: O2O difficoltà: facile

Le seppie appartengono alla famiglia dei cefalopodi, il cui habitat naturale è rappresentato da fondali rocciosi misti a sabbia o fango. I mesi che vanno da Settembre a Dicembre sono il momento ideale per pescare le seppie. A seguito saranno elencate una serie di nozioni base per poter sapere come intraprendere quest'attività nel modo migliore.

Assicurati di avere a portata di mano: Canna a Spinning o Bolentino. Secchio. Esca artificiale.

1 Una delle accortezze di cui tenere conto è quella di scegliere le giornate di mare calmo e prediligere acque limpide o appena torbide. Questo perché le seppie cacciano "a vista" e quindi è importante che l'acqua sia chiara tanto da poter favorire un'ottima visuale e, quindi, permettere loro di vedere la nostra esca.

2 La pesca può essere svolta da terra, quindi dalla riva, o direttamente dalla barca. In entrambe i casi, dopo aver accuratamente individuato la zona di pesca, è necessario spostarsi e osservare i fondali in modo da poter tracciare il perimetro ottimale all'interno del quale sarà possibile pescare.

Continua la lettura

3 Spesso è necessario esplorare un'ampia zona di mare in modo da poter individuare la presenza di seppie e quindi, nel caso si stia svolgendo una pesca da riva, è indispensabile muoversi nell'acqua in modo da sondare più punti ed avere un raggio d'azione più ampio.  In barca, invece, il movimento viene compiuto facendola spostare lentamente dalla corrente, evitando movimenti bruschi che potrebbero spaventare e far allontanare le seppie.
Ma quali solo le attrezzature indispensabili nella pesca della seppia? Innanzitutto bisogna avere a disposizione una canna da pesca: le più comuni sono quelle Spinning o Bolentino Approfondimento Come pescare gli sgombri (clicca qui) La canna Spinning è indicata per una pesca dalla riva, la canna di tipo Bolentino è invece adatta ad una pesca svolta a qualche chilometro dalla riva.

4 L'esca deve essere artificiale, a forma di grosso gamberone e di colori accesi come arancio, rosso o verde in modo da spiccare e attirare l'attenzione dell'animale. È consigliabile scegliere un'esca artificiale che abbia sul ventre un piombino di circa 3 grammi in modo da favorirne la discesa a fondo.

5 Questo tipo di pesca è molto semplice e non richiede particolari abilità. Una volta lanciata l'esca il più lontano possibile, comincia lentamente a far muovere l'esca artificiale sulla sabbia con dei piccoli scatti: ti servirà a catturare l'attenzione delle seppie. Quando avvertirai un anomalo appesantimento della canna da pesca vorrà dire, con tutta probabilità, che la seppia si è posata sull'esca. È questo il momento in cui è necessario dare un piccolo e decisivo strattone che ha come scopo il far penetrare nella seppia gli ami a spillo. Con spostamenti lenti, tenendola attaccata all'esca, portare la seppia fino al secchio e qui, con uno strattone energico, lasciarla cadere all'interno.

Non dimenticare mai: Sondare, sia in barca che in riva, una grossa porzione di spazio in modo da avere un più ampio spettro d'azione.

Come Pescare Col Bolentino Come scegliere l'esca giusta per le orate Come pescare il branzino Come pescare: la tecnica dello Spinning

Il presente contributo è stato redatto dall'autore ivi menzionato a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e può essere modificato dallo stesso in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., quale editore dello stesso, non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tale contributo e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.
Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altri articoli