Tiro con l'arco: guida alla scelta dell'arco

di Giovanni D'Alterio tramite: O2O difficoltà: media

L'arco per la prima volta fu usato dall'uomo per andare a caccia, poi divenne strumento di guerra prima della nascita di Cristo. In seguito venne utilizzato dai faraoni e dai greci per mettere in risalto la loro potenza ed abilità. Nel corso degli anni è stato utilizzato dai militari in guerra, ma anche dai cacciatori per potersi procurare il cibo. Oggi il tiro con l'arco è diventato una disciplina olimpica; sono tantissime le persone che praticano questo sport. Questa guida ha l'obiettivo di dare delle informazioni semplici e corrette su come fare la scelta dell'arco giusto.

1 Praticamente esistono 3 tipi di arco; il primo è l'Arco Ricurvo che viene utilizzato in tutte le scuole di tiro con l'arco poiché per la sua struttura è leggerissima e flessibile. Esso può avere il tappetino reggi freccia tradizionale, il cosiddetto rest oppure il poggia freccia. Quest'ultimo può essere di tre tipi: modello base, plastica e flip rest che o è di metallo oppure ha il rest magnetico con un supporto per migliorare il posizionamento della freccia. Questo tipo può essere smontabile, è per antonomasia l'arco da caccia.

2 Il secondo tipo di arco è il Longbow più pesante del primo, ma molto pregiato. Esso ha un'unica curva e non possiede contro curvature tipiche dell'arco ricurvo. È una derivazione dell'arco da guerra medioevale, è simile a quello utilizzato dal legendario Robin Hood. Ha un solo tipo di rest, quello in pelo naturale. L'arco classico si può costruire con diversi tipi di legno: olmo e tasso. Le estremità possono essere di osso o in corno. I modelli più moderni invece sono stati costruiti con fiberglass o vetronite; essa è una fibra di vetro molto resistente ed al tempo stesso molto flessibile e leggera ed è ideale per questo tipo di arco.

Continua la lettura

3 Il terzo tipo è il Compound che è più professionale, ma è anche quello che costa di più.  È un arco da caccia che sfruttando cavi e carrucole riesce a ridurre la trazione e lo sforzo quando viene eseguita questa manovra.  Approfondimento Le basi di tiro con l'arco (clicca qui) Si può combinare con un mirino o con uno stabilizzatore; è fatto anch'esso con fiberglass, ma ne esistono alcuni in fibra d'acciaio.  Il rest è di tipo magnetico per rendere migliore la resa del tiro.  Ovviamente ogni tipo di arco ha le sue caratteristiche riguardo il caricamento, l'allungamento, la dinamica, la lunghezza, lo spessore e la larghezza dei flettenti.  Si può decidere di farsi costruire il proprio arco secondo le proprie esigenze ed i propri gusti, ma i costi diventano molto alti.

Tiro con l'arco: tecniche di mira e di rilascio Tiro con l'arco: come mirare Come costruire un arco 5 consigli per tirare con precisione

Il presente contributo è stato redatto dall'autore ivi menzionato a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e può essere modificato dallo stesso in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., quale editore dello stesso, non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tale contributo e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.
Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altri articoli